Hotel Tannenhof***

Vacanze spensierate in Alto Adige

Inviare richiesta
Newsletter abbonare

Qui trovate la nostra informativa sulla privacy e le condizioni di revoca.

Adults only
Offerte Prenota online
Adults only
Paesino di Malga Fane

Il paesino di Malga Fane: la testimonianza di un’epoca passata

Il paesino di Malga Fane: la testimonianza di un’epoca passata

Potrebbe essere lo scenario di una favola o di un’antica leggenda altoatesina: sopra la Valsertal, dove non ci si aspetta di trovare null’altro, sorge il paesino alpino di Malga Fane. Gli antichi masi giacciono ai piedi delle montagne di Fundres come incantati. Attorno alla chiesetta si addossano vari rifugi e baite. Questo è un piccolo insediamento sopravvissuto nei secoli: sono solo piccole case con una grande storia.

Un luogo di rifugio

Un luogo di rifugio

Era il periodo medievale, all’epoca della peste, quando gli uomini nell’alta valle cercavano un posto sicuro dove rifugiarsi, lontano dalle principali arterie di passaggio. Mentre imperversava l’epidemia, trovarono rifugio lassù in Valsertal, dove stazionare continuativamente. Un po‘ alla volta nacque così l’odierno paesino di Malga Fane, uno dei più bei paesini alpini di tutto l’Alto Adige e una meta amata tutto l’anno.

Una volta superata la peste, le persone ritornarono ai loro antichi masi e insediamenti, ma il paesino di Malga Fane rimase inalterato. La posizione dislocata della valle fece in modo che le strutture originali del paesino rimasero pressoché invariate.

Un paradiso per nostalgici

Il paesino di Malga Fane è raggiungibile tramite tre sentieri escursionistici:

  • Il primo sentiero che sale è un percorso nel bosco che parte dal parcheggio alla fine della valle. Dopo un’ora scarsa di tragitto si supera un dislivello di 340 metri e si viene ricompensati da una magnifica vista su Malga Fane.
  • Il sentiero del latte è la seconda variante per salire fino a Malga Fane. Anche questo percorso parte dal parcheggio a valle e dopo circa un’ora di piacevole cammino conduce gli escursionisti alla meta.
  • Un po‘ più completa è invece l’escursione a Malga Fane lungo l’Alta Via di Valles. Per affrontare questo percorso è necessario indossare scarpe da montagna, camminare con sicurezza e non soffrire di vertigini. Dapprima si raggiunge la stazione a monte della Jochtal con la cabinovia, da qui comincia una camminata continuativa di circa 2 ore, durante la quale si può godere di una splendida vista panoramica.

A Malga Fane è possibile fare una piacevole pausa e lasciar vagare l’anima nei tempi andati. Partendo da questo paesino fiabesco si può continuare l’escursione alla cima Wilde Kreuzspitze o al Rifugio Bressanone.

Il paesino di Malga Fane ha acquisito notorietà come punto di partenza della gara di sci alpinismo Wurmmaul e di scatenate sfide in slittino. Qui si celebra una volta all’anno il festival di Fane e del latte, il sentiero del latte vi condurrà al paesino nascosto con tutto quello che di interessante c’è da sapere su questa bianca bevanda.